Ginnastica medica correttiva per il trattamento delle scoliosi

Scoliosi, cifosi e iperlordosi sono gli aspetti clinici delle alterazioni statiche-posturali della colonna vertebrale il cui trattamento va più correttamente denominato “rieducazione Posturale della scoliosi e dei paramorfismi vertebrali”: essa si prefigge di raggiungere la percezione da parte del paziente sia dell’errore posturale sia delle correzioni che si rendono necessarie.
Lo schema generale del trattamento, che dev’essere lungo, paziente e costante, fino a raggiungere il recupero di una postura corretta e il rinforzo attivo del sistema di controllo muscolare, si articola in fasi successive:
– presa di coscienza del corpo
– ricerca e constatazione delle disarmonie vertebrali
– apprendimento della correzione posturale nelle varie posizioni statiche e nelle fasi dinamiche
– mobilizzazione globale per liberare le tensioni muscolari e legamento
– tonificazione dei gruppi muscolari deficitari
– integrazione della correzione posturale nelle abitudini e nei gesti della vita quotidiana: uso corretto del tavolo da studio, del banco di scuola ecc.
La rieducazione posturale è indicata come terapia principale nelle scoliosi con curve non superiori ai 20°-25°, in associazione ai corsetti ortopedici o gessati nelle forme più gravi.